R A I D è randagio.

R A I D crea un branco.

R A I D è un format libero, antidogmatico, cosciente.

R A I D è aggregazione di Autori che condividono gli stessi intenti, liberi da impalcature di mercato e da ipotesi di etichetta.

R A I D si struttura come una rete inter-relazionale, in cui ognuno è invitato a invitare. 

R A I D basa la propria incursione sull’estemporaneo, senza limitare in alcun modo la prolificità degli Autori.

R A I D è un bambino a cui prescriverebbero il Ritalin. Agisce ai margini, agisce al centro.

R A I D è un atto di offerta.

R A I D non è una mostra. R A I D è una pratica.

 

Format

 

R A I D prevede l’incursione di un gruppo selezionato di artisti e registi in una location iconica e differente a seconda dell’edizione.

Il contenitore rappresenta il messaggio che l’edizione pretende veicolare.

Nell’arco di 6 ore, il plotone realizzerà un intervento coerente alla struttura semantica dell’edizione ed alla morfologia del contenitore.

Le opere diventano parte integrante dello spazio, offerte per scelta. 

R A I D è aggregazione spontanea di individui che scelgono di celebrare ed offrire la propria autorialità, affrancati dalla lente distorcente del mercato. 

R A I D si fruisce in diretta, via schermo. Affidato all’occhio tagliente di registi. 

Voyeurismo puro.

Pratica

 

Le opere e i film vanno realizzati in un massimo di 6 ore.

I materiali e l’attrezzatura possono essere recuperati in loco, ove possibile, o importati.

Ogni partecipante forzerà, decostruirà, snaturerà la propria pratica artistica e cinematografica per adattarla alla finestra temporale. 

R A I D non è un reality show, nè una web serie. 

R A I D si appropria delle tecniche di comunicazione contemporanee per filmare spaccati di vita scolpiti a regola d’arte. 

Un solo ciak. Nessuna menzogna. Tutto in streaming. 

Il device tascabile è l’amico ubiquo. Globale.

 

Autorialità

 

L’Autore risiede al vertice della piramide che genera.

R A I D propugna l’autorialità dei singoli Autori e sostiene la necessità di riportare il punto di gravità sui produttori di significati e significanti.

L’Autore è sempre libero di decidere del proprio operato.

Questo approccio lo solleva da inutili fardelli esterni, fornendogli la possibilità di offrire il proprio prodotto intellettuale.

R A I D sostiene e agisce per la Causa.

Libertà di scelta, libertà d’azione, libertà dal mercato.

Manifesto

Home
Editions
Multitude
  • Black YouTube Icon
  • Black Facebook Icon
  • Black Instagram Icon